L’Ue dice addio alla plastica monouso: dal 2021 aboliti piatti, bicchieri e cannucce.

28 marzo 2019

Il Parlamento europeo ha approvato una direttiva con la quale si mette al bando, a partire dal 2021, la plastica monouso. Verranno quindi aboliti piatti, bicchieri e cannucce di plastica, ma anche posate, bastoncini cotonati e bacchette. Novità anche per quanto riguarda l’etichettatura informativa

Addio alla plastica monouso: il Parlamento europeo ha approvato in via definitiva la direttiva che vieta, a partire dal 2021, l’utilizzo di alcuni articoli come piatti, posate, cannucce e bastoncini per palloncini.
Si prevede inoltre che il 90% delle bottiglie di plastica dovrà essere raccolto dagli Stati membri, attraverso la differenziata, entro il 2019. Ancora, le bottiglie di plastica dovranno contenere – entro il 2025 – almeno il 25% di materiale riciclato ed entro il 2030 questa percentuale dovrà diventare del 30%.
Tra gli oggetti eliminati ci saranno quindi le forchette, i coltelli, i cucchiai e le bacchette di plastica, ma anche i piatti, le cannucce, i bastoncini cotonati, i bastoncini per palloncini, le plastiche ossi-degradabili e i contenitori per alimenti e tazze in polistirolo espanso. Viene inoltre esteso il principio del ‘chi inquina paga’, soprattutto per il settore del tabacco, con l’introduzione della responsabilità estesa per i produttori nella raccolta e nel riciclaggio dei mozziconi. La direttiva si applicherà anche agli attrezzi da pesca, in modo che siano i produttori e non i pescatori a sostenere i costi della raccolta delle reti perse in mare.
Inoltre si prevede l’obbligo di etichettatura informativa sull’impatto ambientale che può avere una sigaretta con filtri di plastica dispersa nell’ambiente così come di altri prodotti, per esempio bicchieri e salviette. Secondo chi ha proposto la direttiva, questa legislazione ridurrà il danno ambientale di 22 miliardi di euro. Secondo uno studio della Commissione, più dell’80% dei rifiuti marini è costituto da plastica. E i prodotti che rientrano nella direttiva costituiscono il 70% di tutti i rifiuti marini.
Il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, commenta l’approvazione della direttiva parlando di un “voto storico al Parlamento europeo: il cammino per arrivare allo stop della plastica monouso in Ue è realtà. Appena l'iter formale sarà concluso, orientativamente a fine aprile, ci attiveremo immediatamente per il recepimento della direttiva in Italia”



counter

Ultime Novità

Oggi, 24 maggio, secondo sciopero mondiale per il clima
Sono oltre 110 le nazioni nel mondo che aderiscono, con gruppi e movimenti, al secondo sciopero mondiale per il clima ...
Studenti in visita al Centro di Raccolta
Il giorno 16 Aprile l'Ecosportello Eco.Te.Di. ha ospitato presso il Centro di Raccolta gli studenti del Liceo ...

Percentuali RD

App Andoid o iPhone